Regolamento (UE) 2023/956 – CBAM 

Carbon Border Adjustment Mechanism

Cos’è il CBAM?

Il CBAM è un nuovo tributo ambientale finalizzato a garantire che gli sforzi di riduzione delle emissioni di gas serra in ambito UE non siano contrastati da un contestuale aumento delle emissioni al di fuori dei suoi confini.  

Si applica alle merci prodotte nei Paesi extra UE che vengono importate nell’Unione Europea.

Comporta l’applicazione di un prezzo per le emissioni incorporate nei prodotti di alcune industrie, paragonabile a quello sostenuto dai produttori dell’UE nell’ambito meccanismo EU ETS.

Principali novità 

Il Regolamento CBAM prevede obblighi informativi e di rendicontazione per le aziende che importano nel territorio doganale dell’Unione merci da settori produttivi ad alta intensità di carbonio, elencate nell’Allegato I del Regolamento (UE) 2023/956.

I settori merceologici interessati sono il cemento, l’alluminio, il ferro, l’acciaio, i fertilizzanti e l’energia elettrica (ma, nel lungo periodo, è possibile, se non probabile l’estensione ad altre tipologie di merce).

È previsto un periodo transitorio  (1° ottobre 2023 – 31 dicembre 2025) nel quale l’importatore / dichiarante indiretto dovrà predisporre su base trimestrale, ed entro un mese dalla fine di ciascun trimestre, una “relazione CBAM”.

La relazione CBAM

La prima Relazione CBAM dovrà essere presentata entro la fine di gennaio 2024 e riguarderà il periodo che va da ottobre a dicembre 2023.

La Relazione CBAM

  • dovrà essere redatta come da Regolamento 2023/1773 
  • dovrà contenere informazioni relative alla quantità delle merci importate, le emissioni dirette e indirette incorporate in tali merci e il prezzo del carbonio dovuto per tali emissioni, compresi i prezzi del carbonio dovuti per le emissioni incorporate nei materiali precursori.
  • dovrà essere presentata tramite il Registro transitorio CBAM. 
  • richiede l’individuazione di un metodo di calcolo delle emissioni. 

Sanzioni 

Sono previste sanzioni, in caso di dichiarazione errata o incompleta, quantificate in funzione della quantità di tonnellata di emissioni non dichiarate.

Ing. Francesca Marini
Energy Efficiency & ESG Consultant 
EGE 11339 | CMVP® | Audit or ISO 50001 
francesca@studioingmarini.itwww.studioingmarini.it

Total
0
Shares
Previous Post

Il fenomeno dello stick-slip

Next Post

È il momento di migliorare la vita dei tuoi dipendenti con il welfare

Related Posts
Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
ErrorHere